Presentazione della trascrizione e traduzione dei Diari di Ludwig Pollak

Immagine: 
Ritratto di L. Pollak all'età di cinquantasette anni, realizzato nel 1925 da Werner F. Fritz
21/02/2018
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco

Redatti nell'antica scrittura “Kurrent” e in gran parte inediti, sono una rara fonte di notizie sulla storia dell'archeologia e del commercio antiquario

In occasione dei 150 anni dalla nascita di Ludwig Pollak, nato a Praga nel 1868 e deportato verso i campi di sterminio di Auschwitz il 16 ottobre 1943 (il famoso "sabato nero" del rastrellamento nazista a Roma), la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali ha sottoscritto una Convenzione con l'Istituto Italiano di Studi Germanici per la trascrizione, entro settembre 2018, dei primi 5 volumi dei 25 totali che compongono i suoi Diari, nella loro integrità ancora inediti

Tutti i 25 Diari di Ludwig Pollak devono essere urgentemente trascritti dal tedesco per motivi di conservazione, in quanto redatti sia ad inchiostro sia a matita, in modo a volte difficilmente leggibile, in una scrittura non più in uso dal 1945 e ormai di difficile decifrazione. A questo scopo la Sovrintendenza Capitolina e l'Istituto Italiano di studi Germanici intendono aprirsi alla collaborazione di altri partner, italiani e/o stranieri, in grado di sostenere, anche economicamente, l'oneroso progetto di trascrizione, traduzione in inglese ed edizione critica dell'intero corpus dei preziosi Diari.

Sulla base della Convenzione già stipulata l'Istituto Italiano di Studi Germanici - ente di ricerca del MIUR che si occupa in modo particolare della conoscenza e dello studio dei paesi nordici e delle interazioni culturali tra l’Italia e i paesi germanofoni - ha conferito, tramite un concorso pubblico, un assegno di ricerca per la trascrizione dei primi 5 Diari, nella prospettiva di un’edizione critica congiunta. La Sovrintendenza Capitolina, a sua volta, si farà carico della traduzione in inglese dei Diari trascritti, in vista della loro edizione definitiva in lingua tedesca e inglese.

Per la loro trascrizione è stato istituito un gruppo coordinato di archeologi, germanisti e storici, che curerà la corretta edizione integrale del testo e la loro traduzione in lingua inglese, per consentirne la diffusione oltre la cerchia dei germanofoni e degli esperti

Presso il Museo Barracco sono oggi custoditi la Biblioteca e l’Archivio di Ludwig Pollak, parte della sua corrispondenza, circa 1700 fotografie di opere d'arte, documenti di studio e personali, numerosi appunti e alcuni scritti inediti. L'Archivio comprende anche una serie di 25 taccuini manoscritti, recanti un diario quasi quotidiano dello studioso. Questi Diari, di varie dimensioni, sono redatti in tedesco, nell'antica scrittura corsiva non più in uso e di difficile lettura denominata Kurrent, e coprono un periodo che va dal 1893 fino al 1932 (purtroppo vennero sequestrati e poi perduti quelli a partire dal 1933). I volumi superstiti sono stati finora studiati unicamente dalla germanista Margarete Merkel Guldan, che ne ha tratto materia per una fondamentale monografia in lingua tedesca sulla vita professionale del Pollak, edita nel 1988. La monografia trascrive però in modo solo parziale il testo originale dei Diari, che dunque nella loro integrità sono ancora inediti. 

Data la fitta rete di relazioni scientifiche intessute dal Pollak con gli ambienti più qualificati dell'archeologia e del collezionismo della sua epoca, i Diari rappresentano una fonte preziosa di informazioni sia per la storia dell'archeologia sia per la storia del commercio antiquario tra Otto e Novecento, che vede Roma al centro del mercato internazionale di antichità. È questo un periodo in cui la capitale si trova in piena trasformazione urbanistica, con sventramenti e nuove edificazioni che riportano in luce una messe di importanti ritrovamenti archeologici in assenza di adeguate leggi di tutela, coincidenza che ha consentito - del tutto legalmente nel caso di Pollak - il commercio internazionale del nostro patrimonio artistico. 

Informazioni

Luogo
Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
Orario

Mercoledì 21 febbraio 2018 ore 11.30

Tipo
Evento|Convegno
Prenotazione obbligatoria:
No

Sala stampa

Data conferenza
21/02/2018 - 11:30

Eventi correlati

Non ci sono attività in corso.
Non ci sono attività in programma.
Non ci sono attività in archivio.