Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Percorsi per sale > Piano terra > Biblioteca Pollak
Biblioteca Barracco Biblioteca Pollak Sala calchi

Piano terra

Biblioteca Pollak

Ludwig Pollak, archeologo e antiquario di fama internazionale, nacque a Praga nel 1868. 
Giunto a Roma nel 1893 si inserì presto nell’ambiente dei cultori dell’arte antica, divenendo in pochi anni una vera autorità nel settore. 
L’amicizia con Barracco risale agli ultimi anni dell’800, ma i loro rapporti si fecero sempre più stretti fino a diventare quasi quotidiani verso la fine della vita del collezionista. 
Alla morte di Barracco Pollak assunse la carica di direttore onorario del Museo.

Dopo una vita da protagonista nel mondo dell’arte, Ludwig Pollak fu deportato ad Auschwitz con tutta la sua famiglia il 16 ottobre 1943. Nella sua casa a Palazzo Odescalchi rimase parte della sua collezione, una ricca biblioteca e un prezioso archivio. Nel 1951, con atto notarile, la sig. Margarete Süssman Nicod, cognata di Pollak e sua unica erede, fece donazione al Comune di Roma dell’intera biblioteca e dell’ archivio dello studioso: in considerazione del suo stretto rapporto con il Museo Barracco, tali documenti furono depositati presso il museo. Successivamente anche una parte della sua collezione entrò nelle raccolte comunali.

La biblioteca Pollak consta di 3034 esemplari fra testi e fascicoli della miscellanea: la sezione senz’altro più nutrita è quella dedicata a Goethe, del quale Pollak era un vero cultore. Oltre a 34 autografi del poeta tedesco e a un ricciolo dei suoi capelli, nella biblioteca sono presenti ben quattro edizioni dell’opera omnia di Goethe e numerosissimi scritti sull’autore per un totale di 170 opere e 237 volumi. 
Ben rappresentati anche i settori dell’archeologia e storia dell’arte, della bibliofilia, i cataloghi d’asta, le guide e piante di città, gli scritti di filosofia, musica e teatro, di letteratura tedesca, di storia e letteratura classica, di storia e di politica. 

Le biblioteche Barracco e Pollak sono consultabili dagli studiosi su richiesta.

torna al menu di accesso facilitato.